Questo sito utilizza cookies tecnici per offrirti la migliore esperienza di navigazione e cookie statistici / analitici anche di terze parti. Cliccando su un punto qualsiasi dello schermo, scrollando la pagina o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookies. Per informazioni e scoprire come negare il consenso al loro utilizzo o come disabilitarli clicca qui

CHIUDI

Ciclo intenso delle importazioni negli Stati Uniti, ad esclusione dei Mezzi di trasporto


di Luigi Bidoia, economista industriale
04 Maggio 2018
CONDIVIDI SU

Il ciclo economico positivo degli Stati Uniti sta sostenendo le importazioni americane che, nel primo trimestre 2018, in dollari, hanno registrato un tasso di crescita tendenziale prossimo alle due cifre. Tra i comparti maggiormente dinamici, risultano il mondo dell’elettronica e della salute. I mezzi di trasporto sono il comparto che presenta i maggiori flussi di importazione ma con il più basso tasso di crescita, inferiore al 2%, riflettendo la penalizzazione delle importazioni dalla Germania scese dopo lo scandalo diesel dai quasi 10 miliardi di dollari del quarto trimestre 2015 a poco più di 5 miliardi nel primo trimestre 2018. In termini di potenzialità per le imprese europee, a causa dell’apprezzamento del cambio dell’euro, la crescita prossima alle 2 cifre in dollari si traduce in una flessione del 5% delle importazioni in euro.


Le importazioni degli Stati Uniti in dollari, nel primo trimestre del 2018 sono aumentate, rispetto al corrispondente periodo del 2017, ad un tasso prossimo alle due cifre, confermando la dinamica registrata alla fine dello scorso anno. Il grafico qui riportato evidenzia l’elevata intensità dell’attuale ciclo, iniziato tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017, significativamente maggiore rispetto al ciclo del 2013-2014.



Importazioni USA: tasso di variazione in dollari



In questo articolo verrà analizzata la diversa intensità della crescita in dollari dei comparti utilizzando un grafico a treemap. Questa tipologia di grafico permette di evidenziare contemporaneamente due fenomeni: tramite la grandezza dei rettangoli, esso mostra quali sono i comparti con i valori maggiori di importazione nel 2017; tramite l’utilizzo dei colori, esso segnala le differenze nei tassi di crescita dei diversi comparti. Posizionandosi con il mouse sopra ciascun rettangolo è possibile visualizzare i dati relativi ai livelli e il tasso di variazione del comparto selezionato.


Importazioni degli Stati Uniti per comparto

Tutti i comparti registrano un aumento, a conferma della fase positiva del ciclo di importazioni. Esso è distribuito uniformemente tra le diverse tipologie di beni 1, segnalando una crescita generalizzata dell’economia americana.
Tra i comparti maggiormente dinamici, spicca il mondo dell’elettronica con tassi di crescita prossimi al 15% sia per i prodotti finiti che per le componenti. Per dimensioni e tassi di crescita, da segnalare il comparto della salute, che nel I trimestre 2018 ha registrato un tasso di variazione pari al 14%. Infine, si evidenziano i prodotti finiti per la persona che risultano il terzo comparto maggiormente importato negli Stati Uniti d’America ma con una crescita più moderata, prossima al +9%.

I mezzi di trasporto sono il comparto che da un lato presenta i maggiori flussi di importazione ma, dall’altro, registra il più basso tasso di crescita, inferiore al 2%. Le cause sono collegate al caso Dieselgate. La vicenda delle emissioni manipolate dei motori a gasolio iniziata alla fine del 2015, quando l’Epa, l’Environmental protection agency, ha emesso un avviso di violazione delle norme sulla qualità dell’aria a carico del gruppo Volkswagen. Proprio da quel periodo, le importazioni americane dalla Germania si sono dimezzate, dai quasi 10 miliardi di dollari del quarto trimestre 2015 a poco più di 5 miliardi nel primo trimestre 2018.

Naturalmente, l’effervescenza delle importazioni degli Stati Uniti misurate in dollari, cambia radicalmente se valutate in euro a causa dell’apprezzamento della valuta unica, pari al 15% in ragione d’anno. In questo contesto, la situazione delle imprese italiane è risultata fortemente dipendente dalla capacità o meno dell’impresa di trasferire sui prezzi in dollari la variazione registrata dal cambio.


1. Nella treemap i comparti relativi ai beni di investimento coprono il quadrante in alto a sinistra; quelli relativi ai beni di consumi il quadrate in basso a sinistra; i beni intermedi, il quadrante in alto a destra; le materie prime il quadrante in basso a destra.


Per saperne di più sui prodotti e servizi FAI RETE CON LE ALTRE IMPRESE ITALIANE ALL'ESTERO CERCA CONSULENTI AFFIDABILI ALL'ESTERO
LO SPECIALISTA ESTERO
LUCA D.
CORSO ITALIA 86, 12037 SALUZZO (CN)
SALUZZO (CN)
NON È VICINO A TE?

I nostri specialisti

Nome Indirizzo  
CATALDO M.VIA GARIBALDI 23, 43100 PARMA (PR)
CLAUDIA R.VIA FERMI 15, 37135 VERONA (VR)
CLAUDIO C.VICO GARIBALDI 2, 09170 ORISTANO (OR)
CLAUDIO C.CORSO GARIBALDI 90, 08100 NUORO (NU)
DANIELE R.CORSO GARIBALDI 5, 35137 PADOVA (PD)
ERMANNO M.VIA DEI MILLE 2/B, 42100 REGGIO EMILIA (RE)
FABIO B.VIA VENEZIAN 5/A, 40121 BOLOGNA (BO)
FABIO M.PIAZZA CASTELLO, 07100 SASSARI (SS)
FEDERICA G.VIA EMILIA EST 421, 41122 MODENA (MO)
FRANCESCO F.V.LE CAPPUCCINI 76, 66034 LANCIANO (CH)
GABRIELLA P.VIA BONCOMPAGNI 6/A, 00187 ROMA (RM)
GIANFRANCO F.VIA NAPOLI 60, 88900 CROTONE (KR)
GIANFRANCO F.P.ZZA SAN FRANCESO D'ASSISI 12, 75100 MATERA (MT)
GIANLUCA B.VIA EMILIA EST 421, 41122 MODENA (MO)
GIANLUCA C.CORSO DELLA GIOVECCA 108, 44121 FERRARA (FE)
GIORGIO B.VIALE BONARIA 33, 09125 CAGLIARI (CA)
GIROLAMO C.VIA LUNGOMARE TRIESTE 26/38, 84100 SALERNO (SA)
GIULIA V.VIA EMILIA EST 421, 41122 MODENA (MO)
LAURA R.VIA PRINCIPI DI PIEMONTE 12, 12042 BRA (CN)
LIVIO GIULIO P.VIA GAETANO NEGRI 10, 20123 MILANO (MI)
LUCA B.VIA VENEZIAN 5/A, 40121 BOLOGNA (BO)
LUCA D.CORSO ITALIA 86, 12037 SALUZZO (CN)
LUIGI V.VIA VENEZIAN 5/A, 40121 BOLOGNA (BO)
MARCO C.VIA GUERRINI 14, 48121 RAVENNA (RA)
MARCO C.VIALE GIUSEPPE MAZZINI 10, 36100 VICENZA (VI)
MARCO C.VIALE CADORNA 3, 31100 TREVISO (TV)
MARCO L.CENTRO DIREZIONALE LOCALITA' COLLINA LIGUORINI, 83100 AVELLINO (AV)
MAURIZIO G.VIA DEI MILLE 2/B, 42100 REGGIO EMILIA (RE)
MICHELE B.
MICHELE L.VIA GAMBALUNGA 92 47838 RIMINI (RN)
MIRIAM G.VIA BONCOMPAGNI 6/A, 00187 ROMA (RM)
OMAR M.VIA SOLFERINO 21/A, 25122 BRESCIA (BS)
OMAR M.VIA GABRIELE CAMOZZI 142, 24121 BERGAMO (BG)
RAFFAELE M.CENTRO DIREZIONALE LOCALITA' COLLINA LIGUORINI, 83100 AVELLINO (AV)
ROBERTO S.CORSO G. SOZZI 15, 47521 CESENA (FC)
Contattalo Subito



Potrebbe interessarti anche: